Sarebbe lancia il progetto 'moneybag' per ridurre il consumo di plastica

wwwDesidera recuperare il BORSE IN TESSUTO.

La città di Haria, attraverso il Ministero dell'Ambiente, coordinamento Rosa María Pérez, ha lanciato il progetto Talega, presentato da sociologa Carmen Morales, "Con l'obiettivo di graduale sostituzione sacchetti di plastica, sostanze derivate dal petrolio composti contaminanti, può prendere a degradare oltre mezzo secolo, attaccare seriamente l'ambiente ".

Per questo, cerca di riconquistare l'uso moneybag, un sacchetto in tessuto o lana per immagazzinare e trasportare oggetti o alimentare, la cui dimensione variava a seconda dell'utilità e il pezzo di scarto disponibili per l'abbigliamento. Fino ai primi 70, il suo uso era diffuso tra gli abitanti del comune, parte della sua storia e della cultura tradizionale.

Il Concistoro del Nord, "Impegnati per la tutela dell'ambiente e la salvaguardia del mestiere e il patrimonio etnografico della città, ha lanciato il primo mestiere e mercato tradizionale nel 2001 ", evidenziato.

L'intento della società comunale è "continuare a lavorare per la tutela ambientale, sensibilizzare i residenti della necessità di eliminare l'uso di sacchetti di plastica per il loro effetto inquinante e anche realizzare risparmi economici, poiché si stima che una persona usa in media, tre borsa giornaliera, rappresenta una spesa di circa 15 euro l'anno ".

Proprio per questo scopo, Consiglio comunale ha sostituito i sacchetti tradizionali che vengono dati ai corridori realizzati con materiale sintetico ottenuto da mussola altro durante la celebrazione dei sentieri che Would Estrema.

La prossima attività sarà nelle scuole del comune, dove ogni bambino viene dato un taleguita per portare la vostra colazione. Un altro azioni previste, la distribuzione di sacchi artigiani posta in Haria Artisan Mercato Sabato, nonché tra i diversi commercianti e residenti del comune.

Per l'assessore, Rosa María Pérez, "Con questa iniziativa si propone di residenti del comune con i sacchi di andare al negozio, come era precedentemente, sensibilizzazione e andare lentamente alla popolazione della necessità di acquisire stili di vita sani in armonia con l'ambiente ".

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *